Tratta

La tratta di esseri umani costituisce una violazione dei diritti umani e una forma moderna di schiavitù e rappresenta uno tra i reati più gravi a livello mondiale.

Secondo l’ultima direttiva europea, per tratta si intende il reclutamento, il trasporto, il trasferimento, l’alloggio o l’accoglienza di persone, compreso il passaggio o il trasferimento dell’autorità su tali persone, a fini di sfruttamento  della prostituzione o altre forme di sfruttamento sessuale o sfruttamento per lavoro o i servizi forzati (compreso l’accattonaggio, la schiavitù o pratiche simili alla schiavitù, la servitù, lo sfruttamento di attività illeciti o il prelievo di organi).

Lo sfruttamento si configura quando è stata esercitata una forma di coercizione sulla persona (minaccia dell’uso o l’uso stesso della forza, il rapimento, la frode, l’inganno, ecc.) indipendentemente dall’eventuale consenso fornito dalla vittima.

Le donne e i bambini sono i soggetti più esposti a questa forma contemporanea di schiavitù, soprattutto per sfruttamento sessuale.

In genere le vittime sono private di ogni diritto fondamentale, non dispongono di uno status giuridico e sono ridotte, attraverso minacce e maltrattamenti, a una condizione di estrema dipendenza dai loro aguzzini.

 

 

Annunci