Il giovedì della Madda

La Randi da più di 20 anni, ogni giovedì pomeriggio, si incontra presso l’Istituto della Maddalena (via della Maddalena 4, Livorno)

Il giovedì della Randi rappresenta, oltre che uno sportello di ascolto per tutte le persone che ne hanno bisogno, anche un momento e luogo di incontro tra donne che hanno scoperto il piacere di stare insieme e che lo coltivano da anni.

Arrivano alla Madda, donne – con o senza figli/e – per diversi motivi e con aspettative diverse, provenienti da molti Paesi diversi: dai Paesi dell’Est Europa (Albania, Romania, Moldavia, Ucraina, Russia, ecc.), del Nord Africa ( Marocco, Tunisia, Algeria), dell’America Latina (Perù, Ecuador, Colombia, Argentina, Venezuela), dell’Africa sub sahariana (Nigeria, Congo, Camerun, Senegal), e poi Repubblica Domenicana, Cuba, Bangladesh, Sri Lanka, Filippine…

In questo spazio del giovedì, oltre al sostegno concreto, chi viene può godere di qualche ora di tranquillità e  ha la possibilità di intessere rapporti umani importanti; la provenienza di ciascuno perde in qualche modo di significato e ciò che accomuna è la voglia di ricominciare, vivere o ritrovare una quotidianità più serena.

Il giovedì alla Madda è uno spazio aperto e informale che ha consentito negli anni di dare risposte alle necessità materiali di chi arriva “da fuori” quanto quella necessità di aggregazione che sono indispensabili per far dimenticare il significato della parola “straniero”. E’ emerso in questi anni, infatti, l’importanza di non sentirsi sola/o e di poter creare intorno a sé “gruppo” inteso come  famiglia, costituito da persone che hanno affrontato la stessa realtà di sradicamento. Il gruppo rafforza, fa sentire più “normali” e accettabili situazioni a volte pesanti da gestire o affrontare… Il gruppo riduce la paura, dà speranza e allegria. Si, perché il giovedì della Randi, è anche musica, merenda rumore, oltre all’ascolto e all’accoglienza di chi ha problemi di varia natura.

Lo spazio aperto consente anche di dare risposte alle necessità di chi arriva dall’estero cercando di risolvere le emergenze basilari: la mancanza del lavoro, l’assenza di una casa, l’urgenza di reperire generi primari, la scarsa conoscenza della lingua italiana: chiunque va in un paese straniero spera sempre di trovare qualcuno che lo sostenga. La Randi e il giovedì della Madda, grazie a tutte le donne che ne fanno parte, è soprattutto questo: incontro e sostegno.

Uno spazio particolare, poi, è dedicato a donne che, vittime di violenza, maltrattamenti o abusi di vario tipo, necessitano di sostegno e  di una rete di interventi che contemplano la presa in carico, il sostegno psicologico, la tutela legale, l’avvio al mercato del lavoro.

Annunci